Indietro

STARDUST MEMORIES: POOH

«Soddisfazione e malinconia, ma senza rammarico.» A dirlo sono i Pooh, ossia Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli, il “fratel prodigo” alla fine tornato, al termine di un viaggio iniziato cinquant’anni prima. Dicono di voler chiudere la loro avventura: lo fanno ufficialmente il 30 dicembre 2016 a Bologna, città da cui sono partiti nel lontano ’66. Ma non sarà così. I concerti si ripeteranno, si stanno ripetendo, anche dopo la scomparsa di D’Orazio, il 7 novembre 2020. Sembra ancora lontano l’atto conclusivo d’una car-riera infinita che li celebra come il gruppo più longevo. Il segreto? «Condivisione, rispetto reciproco e grande amicizia» dicono durante l’intervista che Claudio Capitini ci racconta e interpreta. Una nuova tappa storica che vi propone My Generation Stardust Memories.

In evidenza