SPIONAGGIO ALL’ITALIANA: “TENGO FAMIGLIA!”

Vengono espulsi due diplomatici russi che ottenevano segreti Nato da un nostro ufficiale, una storia di spionaggio che sembra prendere il carattere della commedia all’italiana. Ma è proprio così? Walter Biot, il capitano di fregata agganciato da Mosca, avrebbe tradito perché «tiene famiglia»: il mutuo, le spese, i figli, la vita che costa cara. Ti verrebbe voglia di liquidare tutto con un sorriso, la questione invece resta seria. Ne parliamo con un vero esperto, il prof. Giorgio Cuzzelli, docente di Sicurezza internazionale all’Orientale di Napoli, ex generale degli Alpini.

MY GENERATION - Il mondo che cambia - Dal lunedì al venerdì ore 18.30