Indietro

PERICOLO SMOG

Chiuso un 2023 che per la qualità dell’aria è da considerarsi tra le annate migliori degli ultimi vent’anni, dice l’Arpav, ma il 2024 è iniziato malissimo. Costante è l’ allerta smog, con picchi più o meno importanti. Con-seguenti le ipotizzabili e talvolta minacciate restrizioni alla circolazione oltre all’aumento delle malattie dovuto allo smog. Ne parlano il professor Rosario Marchese Ragona, direttore Scuola di specializzazione in Audiologia Foniatria Università di Padova , e Andrea Tapparo, professore di chimica ambientale all’università di Padova.

In evidenza