Indietro

IL RISCHIO IDROGEOLOGICO

Pioggia e neve che cadono abbondanti, fiumi che salgono, per cui si raccomanda di investire in invasi e opere antialluvioni; poi arriva il sole e si teme la siccità. Poi ci si dimentica di tutto, sino al prossimo evento e alle allerte colorate di giallo e arancione. L’Italia negli ultimi trent’anni ha speso 3,3 miliardi l’anno per coprire i danni provocati da frane e alluvioni, dieci volte in più rispetto a quanto impiegato nella prevenzione del rischio idrogeologico. Non vi pare che dovremmo fermarci a riflettere? Lo facciamo con un grande esperto, il prof. Nicola Surian, Direttore del Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova, tra i migliori in Italia nell’ambito delle Scienze della Terra.

In evidenza