Indietro

CAPORALATO: I NUOVI SCHIAVI

Lavoro, salari da fame, soprusi, nessun contratto: è l’agricoltura il regno del sommerso. Sono 240 mila gli sfruttati, soprattutto extra comunitari come Satnam Singh, il lavoratore ‘fantasma’, al nero e senza permesso di soggiorno, il bracciante indiano della provincia di Latina, amputato di un arto da un macchinario, scaricato più morto che vivo davanti all’uscio di casa e abbandonato alla sua morte dopo aver lavorato per raccogliere pomodori a 3 euro l’ora. Caporalato significa lavoratori stagionali, riders, operai, donne e minori, le categorie più fragili. Ed è un vero sistema. Ne parla Angelo Gentili, responsabile Nazionale Legambiente Agricoltura.

In evidenza